Chi sono le Yogini? Nel Tantra le Yogini non sono le praticanti dell’Hatha Yoga, ma un gruppo di Divinità Femminili secondarie ma importanti per il tantrika di orientamento Kaula (sopratutto in passato, quando il Tantra era praticato come si deve).
 
Noi tantrika Kaula prendiamo la conoscenza e la profondità di meditazione da Shiva, ma il potere/shakti dalla Dea. La Dea Suprema ha il volto di Durga, qualche volta di Kali o Tripura Sundari (in casi più rari di Kamakhya/Kubjika): lei è al vertice della gerarchia divina.
 
Durga/Kali/Tripura Sundari però si emana in 8 Dee Madri, chiamate Ashta Matrika, a cui ho avuto la fortuna di essere stato iniziato da un importante guru newar. Ognuna delle 8 Madri, poi, si emana in 8 forme, creando così le 64 Yogini.
 
Le Ashta Matrika in parte ma ancora di più, molto di più, le 64 Yogini sono poteri selvaggi e ancestrali. Esse rappresentano le sfaccettature del potere dell’Universo, della Natura, spesso lontane della morale o della civiltà umana.
 
Ecco come David Gordon White definisce le Yogini:
 
«1) Esse erano un gruppo di divinità femminili potenti e qualche volta marziali, con cui le “streghe” umane erano identificate nella pratica rituale; 2) il loro potere era intimamente connesso al flusso del sangue, sia le loro emissioni sessuali mestruali, sia il sangue delle proprie vittime sacrificali animali (e umane?); 3) esse erano essenziali all’iniziazione tantrica dei praticanti iniziati maschi tramite lo scambio fluidico per mezzo delle loro “bocche”; 4) possedevano il potere del volo; 5) prendevano la forma di umani, animali, uccelli e spesso alberi; 6) spesso si disponevano a circolo; 7) i loro templi erano generalmente collocali in aree isolate, su colline e generalmente erano rotondi e spesso senza il tetto; 8) non erano mai descritte come praticanti lo yoga per la semplice ragione che non era ancora stato inventato»
 
In Nepal, dove ho la maggior parte dei miei maestri umani, il culto delle 64 Yogini non è molto diffuso ma è diffusissimo quelle delle Ashta Matrika che sono le 8 Yogini principali. Le Ashta Matrika, sopratutto alcune di esse, sono pregate non solo dai tantrik (sia induisti che buddhisti) ma anche dalle streghe/stregoni per ottenere i loro poteri magici.
 
Alcune delle cose che scrive White possono essere discutibili, però danno l’idea di quanto questi Enti possano essere considerati selvaggi e pericolosi per il non-iniziato. I Poteri con cui si entra in contatto nel Tantra ad un certo livello di pratica sono poteri terribili, proprio come terribili e al contempo meravigliosi sono la Vita e la Morte stessa.
 
Il vero Kula – il vero Ordine Tantrico trascendente – è la Famiglia della Dea e delle sue emanazioni (Ashta Matrika e Yogini), che fanno da consorti a Shiva e ai Bhairava che da lui si emanano. Gli Ordini Tantrici su questa Terra, invece – come l’Ordine Tantrico di Shiva e Shakti – sono canali tramite i quali il vero Kula Eterno tenta di manifestarsi ed espandersi in questa realtà.
 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *