In questa pagina si può leggere un glossario dei termini che noi del T.O.S.S. usiamo più frequentemente. La pagina è in elaborazione.

 

A

Amma: Mata, Madre. Anche Amba.

Amrita: bevanda e nettare di immortalità. Soma e Amrita sono spesso considerati la stessa cosa. Equivalente all’ambrosia della tradizione greca e romana.

Avatar: Incarnazione fisica di una Divinità nell’induismo. Simile al nirmanakaya del Buddhismo

Ayurveda: Medicina Tradizionale Indiana.

B

Bhakti: Devozione, Amore per il Divino. Bhakta è il devoto. Ad esempio «Kali bhakta» è il devoto di Kali.

Bön: religione autoctona pre-buddhista del Tibet proveniente dall’Asia Centrale, come anche i culti sciamanici da essa derivanti. Spazzata via dal Tibet dal Buddhismo [nonostante questi vi abbia assorbito molto] infatti si è spostata in Nepal o in altre zone himalayane dove è praticata in forme molto diverse da vari gruppi etnici come i Gurung. Lo Sciamanesimo Nepalese può essere quasi puramente Bön come quello Gurung, quasi puramente Aryan (hindu) come quello Chhetri, oppure un misto come quello Tamang. In Occidente invece è famoso lo Yungdrung Bön che invece è una religione nata nel pieno periodo buddhista, confusa spesso con lo Sciamanesimo o con i culti pre-buddhisti. Lo Yungdrung Bön in realtà non ha nulla di sciamanico ed è da intendersi come una forma diversa di Buddhismo Tibetano. Approfondisci

Bokshi: Strega in nepali. Boksha è al maschile. Jhankri e Bokshi sono solitamente ritenuti nemici e antitetici [cosa però non vera]

C

Chakra: letteralmente circolo o ruota. Sono così chiamati i centri energetici del corpo sottile, ma anche i cerchi di ritrovo degli iniziati.

D

Datura: pianta allucinogena sacra a Shiva molto tossica e pericolosa.

Devi: Dea in sanscrito

Dharma: si traduce con Verità, Legge, Dottrina o Insegnamento. Ad es. il Buddha Dharma  è il Buddhismo, l’insegnamento del Buddha. Sanatana Dharma o Hindu Dharma è l’Induismo. Bön Dharma è la religione Bön.

E

F

G

Ganja: cannabis. Pianta sacra a Shiva.

Garuda: Divinità Celeste legata al potere dell’Aquila. E’ il mezzo di trasporto di Vishnu

H

I

J

Jhankri: Sciamano in nepali.

K

Karmamudra: modo di chiamare la consorte tantrica nel Buddhismo Vajrayana

Kula: Famiglia, Ordine Tantrico

Kundalini: potere/shakti che risiede nel chakra del perineo, dormiente nella maggioranza delle persone, simile ad un serpente. Nel Kundalini Yoga viene risvegliato e portato nei chakra più alti del corpo

L

Lingam: Il Lingam ha più livello di comprensione. E’ il Fallo, ma anche il potere maschile dell’Universo, e ancor più in profondità la Divinità senza Forma. Lo Shiva Lingam – il Fallo di Shiva – è uno dei principali oggetti di culto degli induisti.

Loka: Mondo. Ad esempio Pitri Loka è il Mondo degli Antenati, Shiva Loka il mondo di Shiva, etc.

M

Mandala: Forma geometrica ordinata che solitamente rappresenta l’estensione di una Divinità [il suo Palazzo, la sua Terra Pura, il suo corteo, il suo Ambiente Sacro, etc.]. Simile allo Yantra

Mala: rosario con cui si conta la recitazione dei mantra. Solitamente composto da 108 grani. Può essere fatto in vari materiali che possiedono diverse qualità energetiche.

Mantra: formula sacra. Solitamente in sanscrito (ma anche in altre lingue nei caso degli Shabar Mantra, come quelli dei Jhankri). Hanno valore teurgico e magico. Possono servire a chiamare una Divinità, un particolare aspetto di essa, o un particolare tipo di energia.

Mata: Madre in sanscrito. Si usa il termine sie per riferirsi alle Divinità femminili sia per riferirsi a molte sciamane donne (sopratutto di estrazione induista/tantrica).

Mohini: nome dell’unico Avatar femminile di Vishnu, si usa il termine per riferirsi alla magia o ai mantra d’amore.

N

Nadi: canale energetico del corpo sottile

Naga: Serpenti o Spiriti Serpenti molto importanti nella tradizione. Considerati tradizionalmente nemici dei Garuda. Nagini al femminile

O

P

Parad: mercurio detossificato e solidificato. Considerato sacro a Shiva. Usato come materiala alchemica nell’Alchimia Esterna Indiana.

Pitri: Antenati

Q

R

Rasa Shastra o Rasayana: Alchimia indiana, come anche quella parte della Medicina Ayurvedica riguardante metodi alchemici per ottenere medicine riguardanti il prolungamento della vita.

Rudraksha: seme sacro a Shiva con cui si compongono delle male.

S

Sadhaka: chi pratica una sadhana, praticante spirituale

Sadhana: Pratica Spirituale.

Sciamanesimo: Approfondisci

Shaiva: shivaita, devoto di Shiva. Una delle correnti del Tantrismo.

Shakta: devoto della Shakti o della Dea come anche una delle correnti del Tantrismo. Il culto alla Shakti si accompagna sempre a quello di Shiva, rendendo quindi spesso impossibile distinguere gli shakta dagli shaiva.

Shakti: Potere-Energia. Qualificato sopratutto al femminile. Si usa per riferirsi alla Dea, al potere spirituale o sciamanico, come anche alla consorte tantrica.

Shanti: Pace. Gli shanti mantra ad esempio sono i mantra di pacificazione.

Siddhi: realizzazione. Nel contesto tantrico il significato oscilla tra quello della realizzazione e quello del potere spirituale (anche paranormale). Si può dire, ad esempio, di aver ottenuto la siddhi della ricchezza grazie alla pratica di Lakshmi. I poteri paranormali sono considerati siddhi.

Soma: Divinità della Luna, Amrita e Pianta Psicotropa. Approfondisci

Spirito: E’ uno Spirito tutto ciò che è consapevole. Non bisogna limitare gli Spiriti agli Spiriti dei defunti. Ci sono spiriti di ogni cosa. Ad es. Spiriti della Natura, delle Piante, delle Montagne, dei Pianeti, anche di realtà apparentemente inanimate.

T

Tantra: Approfondisci

Teurgia: lavoro magico-spirituale con le Divinità basato sull’evocazione

Trishul: Tridente simbolo e arma di Shiva. Attributo anche di altre Divinità.

U

V

Vajra: scettro del dio Indra, il Fulmine [legato a Zeus della tradizione Greca]. Si traduce anche come diamante, ovvero qualcosa di indistruttibile. Nel Tantra buddhista ha anche un significato sessuale, usato come sinonimo di lingam. Nel linguaggio tantrico il «vajra segreto» è il pene maschile.

Vajrayana: Veicolo di Diamante. Modo per definire il Tantrismo nel contesto buddhista

Vashikaran: magia e mantra di soggiogamento.

W

X

Y

Yaksha/Yakshini: gli yaksha e le yakshini sono spiriti della vegetazione e del sottosuolo. Detengono tesori nascosti e possono favorire il tantrika in vario modo. I maschi (yaksha) hanno un aspetto gnomesco simile ai Nani, bassi e brutti. Le yakshini invece sono rappresentate come donne molto belle ed eroticamente attraenti. La yakshini sadhana è molto popolare tra i tantrika.

Yantra: Forma geometrica che rappresenta la Divinità come anche altri poteri. Simile al sigillo della tradizione occidentale. Si usano a scopo teurgico o magico.

Yoni: come il Lingam la Yoni ha diversi livelli comprensione. A livello più volgare è l’organo sessuale e riproduttivo femminile (vagina, utero, etc); più in profondità va inteso come la Matrix, la Matrice in cui ogni cosa nasce e si sviluppa.

Z