Cos’è il Tantra?

E’ molto difficile definire un fenomeno tanto complesso, variegato e contradittorio come il Tantra.

Il Tantrismo è un fenomeno che è sorto in India nella metà del primo millennio d.C. e che si è sviluppato trasversalmente sia nell’ambito del Buddhismo che in quello dell’Induismo.

Lo Sri Yantra

Il Tantra è una Scienza Esoterica dell’Essere. E’ esoterica, in quanto è una via di progresso graduale che si realizza nel contesto di un rapporto maestro-discepolo. Basandosi sul presupposto che la Divinità non è altro che il Cosmo stesso, il tantrika mira ad incanalare ritualmente i Poteri del Cosmo [che prendono l’aspetto di Divinità Archetipiche] per incrementare il proprio potere spirituale e personale, la propria consapevolezza, a volte per scopi magici e sciamanici, ma comunque con l’obiettivo ultimo della Liberazione dell’anima [che i buddhisti chiamano nirvana e che gli hindu chiamano moksha] ed il ricongiungimento con l’Assoluto.

Il Tantra è una Scienza completa:  include ciò che noi in Occidente chiamiamo Sciamanesimo, Magia, Teurgia, Yoga e Alchimia.

Integrazione e Trasformazione

Il Tantra, nella sua forma più genuina, è una via di integrazione e non di rinuncia. Ogni aspetto dell’esistenza umana viene integrato nella pratica tantrica perché ogni cosa è in sé divina. Persino la sessualità, rifiutata nelle vie di rinuncia, può essere integrata nel sentiero tantrico [ma, purtroppo, è l’unica cosa per cui il Tantra viene ricordato in Occidente]. Per questo la via tantrica può essere praticata con grande profondità anche nel contesto dello stile di vita occidentale.

Il Tantra integra nella pratica tanto il Piacere – che non viene rifiutato, ma accettato senza attaccamento – quanto il Dolore; tanto la Vita quanto la Morte.

Il Tantra coinvolge nel Sentiero la Totalità dell’essere umano nel suo Corpo, Parola e Mente. Tra le pratiche tantriche più ricorrenti possiamo citare quelle che utilizzano ciò che i moderni chiamano immaginazione creativa (Mente); quelle che utilizzano la recitazione di mantra (Parola); come anche gli yoga interni (come la famosa Kundalini) e – per gli adepti più avanzati nella pratica- gli yoga sessuali (Corpo).

Queste pratiche servono, come già anticipato, per chiamare a Sé i Poteri del Cosmo; e con questi trasmutare alchemicamente il nostro essere, trasformando l’essere umano in Divinità.

Tra i grandi santi tantrici del passato abbiamo dei personaggi dallo stile di vita estremamente diverso tra di loro: dai grandi asceti come Milarepa a quelli che hanno fatto una vita apparentemente molto dissoluta come Drukpa Kunley, come anche quelli che hanno fatto una vita relativamente normale (con lavoro e famiglia) come Marpa. Qualunque sia il proprio stile di vita, rettificandolo, chiunque può seguire con successo il percorso tantrico.

Per questo il Tantra è una Via adatta all’Occidente moderno.

Energia Femminile

Particolare attenzione, nell’ambito del Tantra, viene data all’energia femminile (chiamata Shakti), come anche alle Dee Madri che questa energia rappresentano. Alcuni infatti ipotizzano che il Tantra sia ciò che rimane di antichi culti matriarcali.